ALIM database

Date:13 Apr, 2016

ALIM database

Il progetto ALIM (Archivio della Latinità Italiana del Medioevo) intende offrire alla libera consultazione, sulla rete Internet, tutti i testi composti in Italia nel corso del medioevo e scritti in latino (Elenco dei testi che entreranno a far parte dell’archivio elettronico ALIM). Il latino rappresentò, infatti, per molti secoli la sola lingua in cui ebbero espressione scritta molte le principali creazioni del pensiero, della scienza e della letteratura del medio evo, oltre che la sua documentazione storica e, anche quando si affermarono nella scrittura le lingue nazionali, non perse mai, sino alla fine del medioevo ed oltre, la funzione e il prestigio di lingua transnazionale, cui era necessario fare ricorso quando si intendeva conferire alle opere piena funzione espressiva, dignità letteraria e circolazione internazionale.

Il progetto di ricerca, nato negli anni Novanta e tuttora in corso di esecuzione, riguarda i testi composti in Italia fra VIII e XV secolo e si propone di completare le informazioni linguistiche reperibili, per i secoli precedenti, nel grande dizionario della latinità medievale italiana, promosso dall’ Unione Accademica Nazionale* e curato da Francesco Arnaldi e Pasquale Smiraglia, il Latinitatis Italicae Medii Aevi lexicon (saec. V ex. – saec. XI in.), Editio altera, SISMEL – Edizioni del Galluzzo, Firenze 2001. Anche il progetto ALIM è condotto sotto gli auspici dell’ Unione Accademica Nazionale* e rappresenta un nuovo contributo italiano al più ampio progetto, promosso dall’Union Académique Internationale di Bruxelles, di realizzare un dizionario del latino medievale europeo, che integri i lessici delle rispettive latinità medievali, elaborati da tutti gli Stati europei. Inoltre, in ragione della finalità lessicografica dell’intero progetto, si è da ultimo aperto l’archivio ad una tipologia testuale diversa da quella letteraria, ossia la ricca produzione documentaria pubblica e privata dei secoli VIII-XV, partendo dalle fonti già edite in grandi raccolte diplomatiche, come il Codex diplomaticus Cavensis (1873-1990).

Il programma ALIM, che comprende anche ricerche di filologia, stora letteraria e informatica umanistica, è stato finora realizzato con finanziamenti del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), dell’Unione Accademica Nazionale (UAN), oltre che delle Università coinvolte**. Ha fruito, inoltre, di finanziamenti del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica nell’ambito dei seguenti bandi per progetti di ricerca di rilevante interesse nazionale:

http://www.alim.dfll.univr.it

UNISI